5 Cose Da Vedere a Bruxelles in Un Giorno.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Bruxelles , Bruxelles… solo 24 ore per visitarti non bastano di certo. Forse è anche per questo che non ci sei entrata molto nel cuore. Ma di te, di quel che ci hai lasciato, delle sensazioni provate, parleremo presto in un altro articolo.
Ora concentriamoci su cosa si può fare girando per le tue strade in 24 ore. O meglio, sulle cose che , a nostro avviso , non si devono perdere se si hanno così poche ore a disposizione.


 NOTRE DAME DU SABLON & I GIARDINI DU PETIT SABLON :

_MG_8355La chiesa di Notre Dame du Sablon è un capolavoro dello stile Gotico. A nostro avviso la chiesa più bella di tutta Bruxelles.
Nell’architettura ha qualcosa che ricorda Notre Dame di Parigi. E’ maestosa.
La giornata era grigia e fredda e sotto le imponenti finestrone della chiesa, che spuntavano fra gli alberi, vi era in corso un mercatino delle pulci, con tantissimi oggetti antichi. La location ideale – abbiamo pensato – per aggirarsi fra i banchetti a guardare vecchi oggetti, con l’odore dell’erba bagnata nell’aria e Notre Dame du Sablon che ci guarda e come una mamma affettuosa ci protegge dal vento.
L’entrata è gratuita e l’interno, caratterizzato da volte a crociera e suddiviso in cinque navate, è veramente bello. Non delude le aspettative che si possono creare vedendola dall’esterno.

IMG_7915
IMG_2098 IMG_2109Accanto a Notre Dame du Sablon, ecco i bellissimi giardini du Petit Sablon.
Sarà stata la giornata grigia, sarà stato il fatto che Bruxelles non è propriamente quella che si può definire una città “allegra”, ma questo angolo di verde, pieno di fiori, fontane e panchine dove sedersi a riposare un po’, è il luogo che più ci ha fatto innamorare.
In fondo ai giardini , su un piedistallo rialzato vi è il monumento ai conti di Egmont e di Hornes, giustiziati nel 1568 per non aver ceduto alla tirannia spagnola. Intorno al monumento, 10 statue sono disposte in semicerchio, ognuna all’interno di una nicchia.

_MG_8348IMG_7914

LA GRAND PLACE :

_MG_8403
Eravamo molto curiosi di vedere la Grand Place, dopo aver saputo che era stata definita da molti la piazza più bella d’Europa.
Purtroppo, proprio quel giorno, si teneva una fiera della birra con tantissimi stand e una marea di persone che spingevano e costringevano i turisti a buttarsi in mezzo alla mischia oppure a rinunciare a vedere la piazza in tutto il suo splendore a 360°.  Gli edifici che si affacciano su quest’ultima sono incredibilmente belli ed il nostro consiglio è quello di andare a visitarla di sera , quando è completamente svuotata e perdersi con il naso all’insù.

IMG_2218_MG_8402

PASSARE A SALUTARE IL FAMOSO MANNEKEN PIS :

Il simbolo di Bruxelles è lui, il bimbo che fa la pipì; lo troverete sotto forma di gadget, cioccolatini, sulle insegne, ovunque. Cosa strana, per quella che è la capitale d’Europa. Eppure sì, il simbolo della capitale del vecchio continente è la statua bronzea, di un bimbo alto poco più di cinquanta centimetri, che fa la pipì.
Una volta arrivati davanti alla statua due cose vi verranno in mente : la prima sarà “certo, me lo aspettavo un pochino più maestoso” e la seconda ” ok , non sarà maestoso, ma è sicuramente vistoso“. Questo perché il bimbo ha un suo guardaroba personale, che cambia regolarmente e include i vestiti di parecchi personaggi famosi. Quando siamo passati a salutarlo, ad esempio, era vestito da Obelix. Ora ditemi se, pur essendo così piccolo, non attira il vostro sguardo, e soprattutto i vostri sorrisi. In ogni caso, la famiglia bronzea è costituita da bimbo, bimba e cane, tutti sparsi in giro per la città.

_MG_8442

 LA CATTEDRALE DI ST. MICHEL & GODULE  :

La cattedrale di Bruxelles si trova proprio alle spalle della Grand Place ed è costruita in tipico stile Gotico.
La facciata ovest ha tre portali d’accesso ed è costituita da due torri gemelle, secondo l’influenza dello stile Gotico francese, con la sola differenza dell’assenza del rosone centrale.
Per questo è stata spesso paragonata a Notre Dame di Parigi , ma lasciateci dire che per quanto riguarda la bellezza , non ci si avvicina neanche un po’. Almeno a nostro avviso, aspettiamo di sentire il vostro dopo che l’avrete visitata! 😉

_MG_8417IMG_2241
 CACCIA AL TESORO CON I MURALES DELLA CITTA’ :  

Bruxelles è una città che può vantarsi di essere la capitale del fumetto. Noi non eravamo molto interessati a questo aspetto, ma come non soffermarsi ad ammirare i bellissimi murales che colorano la città e che ritraggono alcuni fra i più famosi fumetti al mondo? Impossibile.
Da Tintin ai Puffi, potrete trovarli tutti disegnati in giro per le strade di Bruxelles, quando meno ve l’aspettate.
Vi è un vero e proprio itinerario da seguire, per coloro che sono più interessanti, insieme alla visita del Museo del Fumetto.
Noi ci siamo limitati a girovagare per le strade e a fare a gara a chi ne vedeva di più, fotografandoli e cercando di indovinare a quale fumetto appartenesse il murales, non essendo dei grandi esperti.

_MG_8425IMG_2290-2_MG_8445

Un’ altra cosa che ci sentiamo di consigliarvi, se come noi avete a disposizione poche ore per girare la città, è quella di lasciar perdere ogni altra cosa, oltre a queste sopra elencate, prendere la metro e dirigersi verso l’Atomium (fermata Heysel).
Noi non l’abbiamo fatto, abbiamo deciso di rimanere nei dintorni e visitare il Parc du Cinquantenaire , che la Lonely Planet metteva fra le 5 cose imperdibili della città. Ecco , a posteriori noi ci siamo pentiti della scelta fatta.
Il parco a nostro avviso non ha niente di incredibilmente particolare ed imperdibile.

Ovviamente ognuno sceglie l’itinerario in base ai propri interessi, ma se si è a Bruxelles per poche ore e si vuole vedere l’essenziale, ciò che più rappresenta la città, queste sono le 5 cose ( più una) che non dovete proprio perdervi.

21 comments

  1. Tutto bellissimo… mi è piaciuta un sacco Bruxelles! Però se devo dire la verità… la Notre Dame su Sablon non l’ho visitata :O ho una scusa per tornarci direi.
    In compenso sono stata all’Atomium e ai giardini giapponesi, meritano davvero una visita! 🙂

      1. Io forse l’ho apprezzata un po’ di più perché ero venuta a trovare un’amica che vive lì, e magari mi ha fatto vedere dei lati un po’ più “nascosti”… poi sono stata pure a Bruges in quei pochi giorni in Belgio, quindi in generale ho un bel ricordo 🙂 poi sono stata pure fortunata perché sono andata l’anno scorso in aprile e non solo c’era un bel sole, ma faceva più caldo che da noi XD

  2. scopro solo ora il vostro blog e vedo già che abbiamo in comune la passione per i viaggi e l’età 🙂 grazie per questo assaggio di Bruxelles, mi piacerebbe tanto andare in Belgio, e complimenti per il blog 🙂

  3. bellissime foto!! Bruxelles per diversi motivi doveva essere la nostra casa e ci sono molto legata…ma sono concorde con voi, se è per visitare il Belgio, meglio Bruges e Gent, posti unici.

      1. ripeto per me il Belgio ha un posto speciale, parlo per partito preso, pero Gent pure è favolosa…avete visto il Monuments Man? tralasciando la critica cinematografica, quel film è ambientato in parte a Gent è carino per fare un confronto 😉

  4. Mah, non lo so.
    Sarà per via delle numerose opinioni negative che ho letto su questa città oppure semplicemente per una questione a “pelle” ma, Bruxelles non mi ispira per nulla.
    Non riesco a capire se la mia sia semplicemente un’opinione indotta da chi ci è stato e ne ha parlato in modo “grigio”, oppure un mio disinteresse totale.
    Spesso mi capita di provare una viva attrazione, giuro, una forte curiosità quando qualcuno parla male di qualcosa.
    Purtroppo in questo caso non è scattato proprio nulla, nonostante le vostre foto! (sapete come ami le cose gotiche) Tuttavia è come se Brux non avesse nulla da comunicare, almeno a me 😛
    Una domanda: voi ci tornereste?
    Scusate il pippone! 😀 😀

    1. Ma che pippone!
      Lo sai che ci piacciono i commenti belli carichi, ci piace poter parlare e scambiarci opinioni su quel che scriviamo e proviamo riguardo un determinato luogo!
      A noi Bruxelles non è piaciuta, forse per il poco tempo a disposizione o forse perché venendo da una città come Bruges era inevitabile.
      Alla tua domanda rispondiamo però che sì, ci torneremmo. Proprio perché , al contrario del rifiuto totale che abbiamo avuto con Stoccarda – Bruxelles ci ha lasciato un punto interrogativo, una domanda. E vorremmo trovare una risposta! 😉
      Se comunque non ci sei mai stata Bruges e Gent valgono il viaggio assolutamente!

      1. Infatti li ricordo i vostri post in merito (sia di Stoccarda che di Bruges). Ovviamente parlo da chi non ci ha mai messo piede. Accolgo il vostro consiglio e, se un giorno dovessi passare da quelle parti, visito Bruxelles per prima…così magari non rischio il post-confronto con Bruges e Gent che invece sono fiabesche!
        Ciao! :***

  5. Bruxelles… mi ha sempre dato l’idea di essere una di quelle città “a metà”, cioè sospese tra il fascino gotico del Nord e l’atmosfera tipica delle città del Sud. Una città amata più da chi ci vive che da chi la visita. Non so se sia solo una mia impressione. Mi ha fatto molto piacere scoprirla con voi perché, come sempre, riuscite a trasmettere entusiasmo e a cogliere la bellezza dei luoghi <3

Se ti va, lasciaci un commento. Ci fa sempre piacere interagire!