Perché Amo La Puglia – In Viaggio Lungo Il Tacco Dello Stivale.

0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

E’ difficile rispondere a certe domande.
Ad esempio quale parte della Puglia è più bella oppure perché andare in Puglia.
Cercherò di riassumere il tutto spiegando invece perché amo la Puglia.


La prima volta che ho messo piede in Puglia è stata all’età di 8 anni.
Viaggiavo con mio padre per lavoro e l’Italia del sud era per me ormai una tappa fissa nei caldi mesi estivi.
Ho ricordi confusi di un mare bellissimo, di un colore difficile da classificare.
Ricordi di un resort pieno di fiori, in mezzo alla natura – e ad api grandi come un pugno – e ricordi di una camera con il giardino dove passavo il tempo giocando a racchettoni con mio padre.
Ho delle foto che mi ritraggono mentre fingo di mangiare un pezzettone di chissà quale frutta – che al tempo schifavo abbastanza – al ristorante del resort e poi una foto con delle altre bambine, tutte sedute sulle sdraio della piscina che sorridiamo alla fotocamera.
Amiche di un breve lasso di vita e di viaggio.
Questo resort era a Gallipoli, in Salento.

Immaginerai la mia gioia quando siamo stati selezionati per partecipare ad un Educational Tour in Salento, organizzato da un’associazione del luogo e promosso dal Comune di Spongano e dalla Regione Puglia.

Sapevo già, prima ancora di partire, che osservando i volti ed ascoltando le loro storie avrei riconfermato il mio attaccamento a questa terra; il mio amore per la Puglia.
Ecco quindi i pochi ma essenziali motivi che ti spingeranno a tornare in Puglia una seconda volta.

Perché amo la Puglia : L’OSPITALITA’

 

Non c’è niente da fare, l’ospitalità della gente del sud è inconfondibile.
Soprattutto quella di chi ci è nato e cresciuto.
Ti aprono la porta della loro casa, ti salutano per strada anche se non ti conoscono e si preoccupano che tu abbia mangiato abbastanza proprio come fanno i nostri nonni.
Da una parola si apre un discorso, si inizia a parlare delle proprie vite e si diventa subito tutti parte della stessa festa, della stessa allegria contagiosa.

Le persone sanno metterti a tuo agio con poco e quando ti ritrovi a passeggiare per le vie di un borgo sconosciuto e silenzioso dietro l’angolo si nasconde la tranquillità che sanno infondere occhi luminosi e gli angoli della bocca piegati in un sorriso.
Ci siamo sentiti subito accolti.

Così come quando nell’aria ha iniziato a vibrare l’allegria della pizzica salentina e fra la danza delle bambine vestite con voluminose gonne colorate e le voci dei Menamenamò – gruppo musicale di Spongano diretto da Luigi Mengoli – la bianca piazza del paese si è riempita di persone sorridenti, rilassate.
Persone desiderose di unirsi alla festa.
Persone che hanno ballato insieme, tenendosi per mano, pur non conoscendosi.

Oppure quando abbiamo pranzato tutti insieme all’ombra di un grande patio nella terrazza del Castello di Casamassella ad Uggiano, dopo aver preso parte alla visita privata di questa fantastica tenuta, oggi disponibile per soggiorni ed eventi.
La proprietaria ci ha aperto le porte offrendoci caffè, crostate ed altre delizie preparate dalla simpatica signora che si occupa della cucina ed il tutto è stato reso ancora più piacevole da Margot: una splendida cagnolona che si è divertita giocando con noi.
Luoghi senza tempo.
Giardini invasi dai colori e dai profumi.
Il relax assoluto a bordo di una piscina.
Ed una vasca idromassaggio che non ha niente a che vedere con le vasche ultra moderne di oggi….ma questa è una sorpresa!

Un buon motivo per amare la Puglia sono le persone.

Un post condiviso da Lucrezia & Stefano 👫 (@inworldshoes) in data:

perché amo la puglia
Perché amo la puglia

Perché amo la Puglia : IL CIBO

Se c’è una cosa che non manca mai in Puglia è il cibo sulla tavola.

Che sia per iniziare la giornata o per un breve break pomeridiano.
Non appena siamo arrivati a Poggiardo, piccolo borgo che ci ha ospitato nel cuore del Salento, abbiamo lasciato le valigie in camera e siamo corsi fuori per mangiare qualcosa.
Ci siamo subito imbattuti nel famoso pasticciotto pugliese , ancora caldo.
Croccante fuori e morbido dentro.
Farcito – come vuole la tradizione – di crema ma con un tocco di originalità dato dall’aggiunta della nutella.
Una bomba calorica non indifferente, but who cares?!

Abbiamo avuto la fortuna, durante l’Educational Tour, di poter assaggiare i prodotti del Panificio Protopapa di Giurdignano.
Fra taralli, friselle e diverse specialità tipiche della gastronomia pugliese ci siamo leccati i baffi per ore, portando a casa con noi un po’ di quella bontà.
Un pezzetto di quella azienda mandata avanti con amore da generazioni.
Un pezzetto dei loro sorrisi e della loro passione nel portare avanti le tradizioni che fanno della Puglia e del Salento un posto così speciale.

A Spongano invece, abbiamo provato il tipico caffè in ghiaccio salentino, consigliatoci caldamente dal sindaco della città.
E’ proprio a Spongano che si sono tenute le feste religiose attorno al quale ha ruotato l’esperienza dell’Educational Tour.

Un post condiviso da Lucrezia & Stefano 👫 (@inworldshoes) in data:

perché amo la puglia
perché amo la puglia
Perché amo la puglia

Perché amo la Puglia : LA NATURA

Se ti stai chiedendo qual è il periodo migliore per visitare la Puglia ti dico senza alcun dubbio: la primavera inoltrata.
Innamorarsi della Puglia in un periodo simile, in cui il paesaggio è un quadro senza fine, è voler vincere facile, lo so.

Ma il clima adesso è ancora sopportabile ed i turisti non hanno invaso ogni centimetro di terra.
Si vive bene e si respira.
C’è il tempo per fermarsi ad osservare i vicoli vuoti e bianchi come la panna montana.
C’è il tempo per godersi un tramonto sulle scogliere battute dal vento.
C’è il tempo per gustarsi un gelato passeggiando sul lungomare.
E sì, c’è anche il tempo per qualche bagno in quelle acque turchesi, nelle giornate di caldo.

Però la Puglia non è solo estate in spiaggia.
Ed il Salento non è assolutamente solo sule mare e jentu.

Quando stavamo percorrendo l’autostrada, appena entrati in Puglia, ci hanno accolto distese di ulivi ed un cielo immenso carico di nuvoloni bianchi.
Ho guardato Stefano e spontaneamente gli ho detto : “ma quanto è bello tutto questo?!”.
Mi sono sentita pervasa da una sensazione di serenità, come se stessi tornando a casa dopo un lungo viaggio.

Può un luogo che neanche conosciamo farci sentire immediatamente a casa?
Secondo me sì.
perché amo la Puglia

Perché amo la puglia

perché amo la puglia

Perché amo la Puglia : LA STORIA

Grazie a questo Educational Tour in Salento ho potuto fare qualcosa che non faccio spesso nei miei viaggi : ascoltare delle guide competenti che ci hanno mostrato un lato davvero poco conosciuto di questa terra.

La Puglia, così vicina alla Grecia, è stata la via d’accesso più rapida per sculture, vasi, anfore, lastre ed ogni manufatto d’arte antica.
Qui sono stati ritrovati nel corso degli anni tantissimi reperti che hanno arricchito i musei archeologici di Poggiardo e Vaste ed il castello di Castro, ad esempio.

Devo ammettere che non ho mai apprezzato molto l’arte antica – pur studiando storia dell’arte all’università.
Eppure, ho scoperto proprio in Puglia, che quando la storia e l’arte ti vengono raccontate in maniera così coinvolgente assumono nuovi contorni.
Nuove sfumature che danno vita grandi scoperte.

perché amo la Puglia

Perché amo la puglia
Perché amo la puglia


Qui alcuni link utili per scoprire qualcosa in più delle realtà di cui ti abbiamo parlato in questo articolo:

– Il gruppo Menamenamò

– Castello di Casamassella

– Sito del comune di Spongano

 

puglia in world's shoes

puglia in world's shoes

puglia in world's shoes

35 comments

  1. Mi ritrovo in ogni singola parola. La Puglia è davvero una regione speciale. Concordo anche con il fatto che il Salento vada visitato in primavera per viverlo al meglio. Ho il mare dietro casa, eppure, in estate non ho lo spazio dove stendere l’asciugamano in spiaggia per quante persone ci sono!

    1. Si meglio visitarlo in primavera o ad inizio autunno! A volte ci sono giornate ancora belle e calde per un bagno senza lo stress estivo! <3

  2. Sfondate una porta aperta con me, ragazzi! Adoro la Puglia, la frequento da quando ero piccola e voi siete stati bravissimi a enumerare tutti gli stessi motivi per i quali mi ci trasferirei anch’io. Peccato per il problema lavoro, come un po’ tutto il sud Italia, altrimenti sarebbe da prendere in seria considerazione. Un bacio, alla prossima 😘

    1. questo ormai è un problema di tutta l’Italia, sarebbe da fuggire via, come fanno in tanti..però poi chissà…
      Intanto godiamoci le bellezze del nostro paese!
      Un bacione Ale <3

  3. La Puglia è meravigliosa, ci ho passato un’estate di qualche anno fa e ancora non ne ho scritto sul blog perché non so mai da dove iniziare 🙂 Emozioni, sorrisi, il colore dell’acqua, il profumo del cibo.. Ricordo ogni dettaglio come se fosse ieri! Davvero un bell’articolo ragazzi! Un abbraccio

  4. Come si fa a non amare tutto questo?! Sarò di parte essendo pugliese per metà, ma è una regione che insieme alla Sicilia sa scaldarmi il cuore con le antiche tradizioni che non svaniscono grazie a tutti coloro che continuano a promuoverle e a tenerle vive tutt’oggi.

    1. Io da piccola andavo spesso in Sicilia, sempre in estate con mio padre.
      Avrò avuto 9 anni e quando tornavo a Roma dicevo di essere per metà siciliana..questo ti fa capire quanto l’ospitalità e la bellezza di quella terra mi avessero colpito già così piccola!
      Un bacio <3

  5. Ero lì con voi e, rileggendo questo viaggio nelle emozioni, ho come avuto l’impressione di essere nuovamente in Salento. Ho sentito il calore delle persone ed il calore del sole. La bontà dei piatti, la genuinità dei sorrisi. Ho ritrovato l’orgoglio della gente che ci ha presentato le attività di una vita.
    Che meraviglioso quadro, questo post! Un’immersione totale nella sorprendente Puglia, che spero di rivedere a modo mio quanto prima 🙂
    Un abbraccio,
    Claudia B.

    1. C’è grande dignità e grande orgoglio…e tanto amore per quel che si fa!
      Speriamo di tornare presto, a modo nostro! 🙂
      Un bacione grosso Cla <3

  6. Sono stata in Puglia una volta sola per qualche giorno, a Conversano, e da allora purtroppo non ci sono più tornata. Ma ricordo ancora i colori e i profumi. Recentemente mi sono “avvicinata” a questa regione grazie a un’amica e al suo nuovo fidanzato pugliese: spesso ci invitano a cena da loro e lui cucina i piatti della sua regione: da morire!!!

  7. Anch’io in Puglia sono stata una volta sola, ad Alberobello come tappa di una gita. Bellissimo ovviamente, ma dalle vostre parole, unite a quelle di Claudia che ormai è pugliese d’adozione, traspare perfettamente tutto quello che questa regione è, e che di certo non può essere colto in poche ore. Spero di avere la possibilità un giorno di esplorarla meglio! Un bacio

    1. Sì, bisogna dedicarle qualche giorno in più e soffermarsi sulle realtà più sconosciute , lontane dal turismo di massa! Vedrai che ti colpirà! <3

  8. La vostra è proprio una lettera d’amore verso la Puglia. È una regione splendida, che amo soprattutto per i suoi colori e per il bianco accecante di alcuni suoi borghi. Quando ci sono stato qualche anno fa però mi sono segnato anche alcuni difetti, ma come ogni regione d’Italia che si rispetti non può avere solo pregi! 😀

    E vabbè, che ve lo dico a fare, io inizierei anche una dieta a base di pasticciotti. Troppo boooni.

    1. Dopo che ne hai mangiato uno sei steso per tutto il giorno – parola anche di Stefano che mangia eh!
      ahahaha
      Comunque sì, sicuramente ha i suoi difetti e li abbiamo colti anche noi ma purtroppo non è una cosa che si limita come dici anche tu ad una sola regione ma si estende per tutto il paese!

  9. Che bello questo articolo! E le foto! *_* Ho sentito il profumo della farina sai? Io dico sempre che i panifici pugliesi sono il “tempio della farina”, come la usano loro nessuno mai! 🙂 E poi fra offerta culturale, gastronomia, mare e scorci incantevoli direi che è la regione perfetta!
    Ma chi era che stritolava quel povero gheppio tenendolo in quel modo! 🙁 Spero che lo abbiano liberato poi!
    Un bacione!

    1. Abbiamo assistito alla liberazione di un falchetto Dani! 🙂
      Ce lo stavano mostrando – era caduto ancora troppo piccolo per poter volare e lo hanno curato e quel giorno lo hanno liberato! E’ stato un momento molto bello!

      Un bacione <3

  10. Se potessi, mi trasferirei in Salento anche domani, è davvero un luogo meraviglioso che entra nel cuore e difficilmente va via. Non vedo l’ora di tornare quest’anno 🙂 e comunque, W Poggiardo 😀

    1. Ma quanto è piccolo il mondo!!! Tua nonna non l’ho vista ma mentre ero giù ci pensavo spesso! 😀 ahaha
      Un bacione giù <3

  11. Bello il tuo articolo. La puglia è una regione che anche io amo molto. I miei suoceri sono pugliesi e fino a qualche anno fa andavo spesso in questa regione. Amo il mare che non ha nulla da invidiare ai caraibi, la natura che è spettacolare. La terra rossa e bruciata mi è entrata nel cuore. Amo la gente, soprattutto quella che vive un pò all’interno. Calma, chiusa e tranquilla , ma con tanta storia alle spalle. Sei proprio stata fortunata ad essere invitata a questo tour

  12. Sono appena stata in Puglia e non posso che dire che ho amato i taralli dolci e la puccia che pensavo fosse solo leccese ma l’ho trovata un po’ ovunque! Confesso che ho fatto una piccola trasgressione alla dieta vegan mangiando uno squisito pasticciotto 🙂

  13. Giuro che sono romana ma quando sento parlare di Puglia, in particolare il Salento, inizio a percepire i brividi lungo la schiena e gli occhi cominciano a brillare… questa regione ti richiama a se!
    Ho seguito il vostro tour sui social cosi da poter rivivere un pochino di Puglia anche io 🙂
    Vi faccio i complimenti, non avete tralasciato nulla: il buon cibo, l’ospitalità ma soprattutto quei meravigliosi panorami caratterizzati da distese di ulivi.
    In attesa di ritornarci presto anche io, vi abbraccio forte forte <3
    Cristina

  14. Del Salento ho ricordi bellissimi, non solo mare meraviglioso, storia e borghi caratteristici, ma anche gli elementi che avete descritto così bene in questo post, come la cucina squisita e la spontaneità della gente, ospitale e disponibile. E’ stato un piacere rivivere le emozioni che ho provato qualche anno fa quando mi sono recata per la prima volta in Puglia! Un grande abbraccio! Serena

  15. ‘Si preoccupano se hai mangiato abbastanza’ 😂 da piccola, ma anche da grande, la costante…il cibo: ‘posso offrirti questo? Ti va quest’altro? Assaggialo, non hai mangiato niente’… ho origini isolane (sardegna), un po’ diverse dal sud classico, ma comunque mediterranee. Il cibo, oltre alla bellezza della terra e al calore delle persone, lega tutto in una super coccola 😍

  16. Non conosco la Puglia e mi dispiace davvero, perché ne sono tutti innamorati e so che è una terra splendida. Mi attirano i colori, il bianco delle case, il blu del cielo, il verde-argento degli ulivi. E mi attirano i sapori! Splendide foto, ragazzi. Spero tanto di avere occasione di andarci!

    1. In Puglia è vale sempre la pena di andarci in ogni momento dell’anno.
      Da quando ho scoperto questa regione bellissima, cerco sempre di tornarci anche se, ahimè, sono spesso di corsa per motivi di lavoro.
      Ho trovato tanti tour interessanti online per visitare con una guida tutte le cose imperdibili e devo davvero ritenermi soddisfatto! (www.toursharingpuglia.it è il sito, per chi volesse saperlo)
      Io consiglio sempre di vivere appieno le scoperte di nuove terre, partecipando al folklore qualora fosse possibile, mangiando i cibi tradizionali coltivati in terreni incontaminati baciati dal sole!
      Tra l’altro proprio stamattina ho letto un articolo in cui si diceva:<>.

Se ti va, lasciaci un commento. Ci fa sempre piacere interagire!